Fai una donazione al GPSO

Puoi sostenere le attività del GPSO effettuando una donazione

Categorie

Seguici su Facebook

Stazione di Inanellamento Colle Vaccera



Il colle è sito in val Pellice ad una quota di circa 1500 metri s.l.m., è comodamente raggiungibile in auto con strada asfaltata.

Vieni a trovarci sulla pagina Facebook dedicata



Campagna di reclutamento volontari 2018!

Quest'anno ci sono novità logistiche: il rifugio Vaccera è in fase di ristrutturazione ma, grazie alla disponibilità del sig.  Gianni , proprietario dell'Agriturismo Monte Servin, siamo riusciti ad affittare una grande stanza da almeno 6-7 posti con bagno, doccia e acqua calda proprio nell'agriturismo 50 metri sotto al rifugio storico. Per inanellare sarà disponibile una casetta in pietra sul colle dotata di corrente elettrica e di tutto il necessario per lavorare comodamente.

Il GPSO si farà carico del pagamento dell'affitto per tutto il mese e, se sarà possibile, anche di finanziare dei tagli forestali utili ad abbassare la vegetazione nei pressi di alcune reti strategiche.

Sarà allestita una cucina da campo nello stesso locale dell'agriturismo dotata di frigorifero, forno e fornelli. Il GPSO si occuperà di una prima fornitura delle provviste indispensabili. Inoltre ci sarà la possibilità di mangiare al rifugio Jumarre poco più a valle o nello stesso Agriturismo Monte Servin.

Verranno attivati circa 350 metri di mist-net, che attraverseranno praticamente tutto il colle.  La stazione verrà quindi aperta il 1 ottobre e rimarrà attiva sino al 31 ottobre. Sarà necessario essere almeno in 2 o 3 al giorno per riuscire a gestire in modo ottimale la stazione. Quindi sarà ben gradito, e indispensabile alla riuscita del progetto, l’aiuto di tutti: inanellatori, aspiranti, collaboratori ed aiutanti.

Restiamo in attesa delle adesioni, che confidiamo saranno numerose. Vi pregheremmo di comunicarci la vostra disponibilità indicando data e ora di arrivo e quella di partenza, nonché diffondere i dettagli di questa iniziativa a tutti coloro che possano essere interessati.

Potete contattare il responsabile per informazioni via mail: tamietti.alberto@gmail.com

Inanellamento Colle Vaccera 2017

Per l’undicesimo anno consecutivo, dal 1 al 31 ottobre, nell’ambito del Progetto Alpi - un progetto coordinato dal Museo delle Scienze di Trento e dal Centro Nazionale di Inanellamento dell’ISPRA come programma di ricerca per migliorare la conoscenza della migrazione postriproduttiva all’interno del settore italiano della Catena Alpina mediante l’inanellamento a scopo scientifico - il GPSO ha attivato la stazione istituzionale del Colle Vaccera (Angrogna - Pramollo, Torino).

Anche in questa occasione, vista la nutrita partecipazione di inanellatori e collaboratori alle attività della stazione, l’iniziativa ha riscontrato un discreto successo nel mondo ornitologico regionale e non. In particolare sono intervenuti oltre 45 tra inanellatori e collaboratori che hanno reso possibile attivare la stazione e farla funzionare al pieno delle sue potenzialità, ed ai quali va il nostro più caloroso ringraziamento.

I risultati ottenuti quest’anno si collocano nei valori medi della stazione; complessivamente nel 2017 abbiamo contattato 69 specie di uccelli, 39 delle quali sono state inanellate per un totale di 1.283 catture. La specie più abbondante quest’anno è risultata la Cincia mora (272 catture), seguita da Fringuello (256), Tordo bottaccio (125), Codibugnolo (90) e Regolo (69). Di particolare interesse per la stazione risultano tre ricatture di Cincia mora con anello svizzero. Tra i dati più particolari possiamo inoltre riportare la cattura di una Civetta nana il 4 ottobre.

Negli 11 anni di attività, si sono inanellati oltre 13.000 individui appartenenti a 75 specie; di queste le più catturate sono il Fringuello (3.024 catture), la Cincia mora (2.421) e il Regolo (1.417), per le quali vengono riportati i grafici con gli andamenti annuali delle catture.

La Stazione è stata inoltre meta di visite guidate, durante le quali si sono illustrate le diverse fasi dell’inanellamento a scopo scientifico.

Scarica qui il report dettagliato!


Inanellamento Colle Vaccera 2016

Per il decimo anno consecutivo, dal 30 settembre al 31 ottobre, nell’ambito del Progetto Alpi, coordinato dal Centro Nazionale di Inanellamento dell’ISPRA e dal Museo delle Scienze di Trento, il GPSO ha attivato la stazione di inanellamento a scopo scientifico del Colle Vaccera (Angrogna - Pramollo, Torino). Anche in questa occasione, vista la nutrita partecipazione di inanellatori e collaboratori alle attività della stazione, l’iniziativa ha riscontrato un discreto successo nel mondo ornitologico regionale e non. In particolare sono intervenuti 40 tra inanellatori e collaboratori che hanno reso possibile attivare la stazione e farla funzionare al pieno delle sue potenzialità, ed ai quali va il nostro più caloroso ringraziamento. Conseguentemente ad un flusso migratorio quantitativamente scarso - in particolare per ciò che riguarda fringillidi, regoli e paridi - i risultati ottenuti quest’anno si collocano nettamente al di sotto dei valori medi della stazione; complessivamente nel 2016 abbiamo contattato 68 specie di uccelli, 39  delle quali sono state catturate per un totale di 762 individui inanellati. La specie più abbondante quest’anno è risultata il Fringuello  (277  inanellamenti), seguita da Pettirosso (87) e Tordo bottaccio (67). Quest’anno sono state catturate tre nuove specie per la stazione: Tra i dati più particolari possiamo inoltre riportare la cattura di un Merlo dal collare il 9 ottobre e di una Colombella il 29 ottobre. La Stazione è stata inoltre meta di visite guidate, durante le quali si sono illustrate le diverse fasi dell’inanellamento a scopo scientifico.