Fai una donazione al GPSO

Puoi sostenere le attività del GPSO effettuando una donazione

Categorie

Seguici su Facebook

IMPORTANTE! Poster e Interventi orali: linee guida!

!!! Attenzione al formato dei poster per il Convegno italiano di ornitologia di Torino 2017

State preparando i poster da portare al CIO? Avete letto bene la circolare sul sito? No?

NON SI ACCETTERANNO I POSTER VERTICALI.

Anche il formato dev'essere diverso; non si accetterà il solito 100 X 70 cm

Allora sappiate che il formato previsto per i poster è orizzontale (altezza 60 cm, larghezza 90 cm - potete scaricare un template qui: Template Poster XIX CIO). Non saranno ammessi altri formati e/o dimensioni. Sarà comunicato al momento della registrazione il numero assegnato a ogni poster, che corrisponderà a uno spazio sui grigliati presso il quale i convegnisti dovranno provvedere alla collocazione.

Il titolo deve avere carattere 50 come minimo

Il testo deve avere carattere 24 come minimo

Ricordatevi che il poster deve utilizzare una comunicazione prevalentemente visuale. Pochi testi ed essenziali. Figure chiare e informative, non solo decorative.

Contributi Orali Ai relatori che presenteranno comunicazioni orali si ricorda il tempo a disposizione è tassativamente di 15 minuti + 5 per la discussione.  I Chairman hanno avuto indicazioni rigide sul rispetto dei tempi. Essi avviseranno il relatore quando mancheranno 5 minuti, ma saranno costretti anche a togliere l’audio allo scadere del tempo.

Si consiglia inoltre, nella ripartizione del tempo di ciascuna comunicazione di non dedicare troppo tempo agli aspetti metodologici, a meno che l’argomento sia metodologico.

Tutti noi siamo interessati ad ascoltare i risultati delle ricerche, non tanto per conoscere nei minimi dettagli gli aspetti logistici di ciascuna ricerca. Praticamente, questo significa che è sommamente consigliabile concentrare le parti "Introduzione e scopi della ricerca" e "Descrizione dei metodi e dell’area di studio" in pochisisme diapositive (massimo 3 diapositive).

È invece utile trattenersi maggiormente sui risultati principali, soprattutto quelli che introducono delle novità, senza pretendere di poter raccontare tutti i risultati. Discutere sinteticamente i proprio risultati alla luce delle conoscenze esistenti e tenendo conto degli scopi che ci si era prefissi.

Le presentazioni devono essere sotto forma di file PDF. In linea di massima le animazioni sono da evitare; ma se proprio è necessario si possono ottenere gli stessi effetti con successive diapositive PDF che nella loro successione riproducano l'animazione. Qualora siano davvero indispensabili le animazioni sotto forma di filmati, allora si accetteranno anche i Power Point, ma occorre ricordarsi di caricare nella stessa cartella anche i file video separati e non solo inserito nel file Power Point. In ogni caso, anche se avete dei filmati, caricate la versione pdf senza filmati della vostra presentazione (Non si sa mai!). Bloccare tutto per una presentazione che non gira è cosa veramente da evitare!

Si raccomanda ai relatori di mettersi in comunicazione con i Chairman della sessione con adeguato anticipo per poter caricare le presentazioni e per altri dettagli.