Fai una donazione al GPSO

Puoi sostenere le attività del GPSO effettuando una donazione

Categorie

Seguici su Facebook

Atlante degli uccelli d’Italia in inverno – Stagione di rilevamento 2013-2014 – Provincia di Torino

Pubblichiamo questa comunicazione di Paolo Marotto e Giacomo Assandri, pubblicata sul sito di Torino Birdwatching, che ci aggiorna sulla copertura della provincia di Torino dell'atlante degli uccelli in Italia.

Stagione di rilevamento 2013-2014

Coordinamento provinciale: Giacomo Assandri: giacomo.assandri[AT]gmail.com , Paolo Marotto: hcmarott[AT]tin.it
Cari Collaboratori, siamo giunti al penultimo anno di rilievi (tenendo conto della proroga al prossimo inverno 2014-2015) per l’atlante degli uccelli d’Italia in inverno. Questo documento contiene alcune informazioni sull'avanzamento dei lavori e alcuni indirizzi per il prosieguo delle attività.
Atlante semi-quantitativo
Questo metodo ha lo scopo di stabilire una base di dati omogenea per confrontare l’abbondanza delle specie, in particolare quelle più comuni. Consiste nell'effettuare quattro percorsi di mezz'ora all'interno di tavolette 1Kmx1Km scelte in maniera randomizzata in tutta Italia. Qualora le tavolette 1x1 assegnate non fossero raggiungibili si possono coprire alcune tavolette di rimpiazzo definite nelle istruzioni reperibili in questo collegamento. I file dei confini delle tavolette 1x1 e 10x10 leggibili in Google Earth sono scaricabili su Ornitho.it nella versione di file KMZ. I dati relativi andranno caricati sulla piattaforma secondo le istruzioni. Da quest'anno nella scheda di inserimento completo è possibile specificare direttamente che la scheda è un percorso da 30’ per l’Atlante. Al momento dell'introduzione della scheda di rilevamento del transetto (30' 1Km), sotto la finestra nella quale si devono inserire le specifiche della cella, compare una finestra di una riga denominata Codice progetto nella quale si legge [PERCORSO] PERCORSO 30' (NID e INV). Le schede utilizzate per questa raccolta (PERCORSI 30) devono contenere SOLO valori numerici (numeri esatti) corrispondenti alle specie osservate e contate. Valori stimati (~), minimi (>) e non contati (x) rendono l'intera scheda inutilizzabile ai fini dei modelli. Vi preghiamo di andare a rivedere anche i dati degli anni scorsi ed eventualmente correggerli! L’ulteriore novità di quest’anno è l'individuazione delle CELLE PRIORITARIE e SEMI-PRIORITARIE.
Copertura ottenuta in Provincia con metodo semiquantitativo. Ad oggi, a parte il settore planiziale, mancano ancora moltissime tavolette nel settore alpino e prealpino.

Copertura ottenuta in Provincia con metodo semiquantitativo. Ad oggi, a parte il settore planiziale, mancano ancora moltissime tavolette nel settore alpino e prealpino.

Copertura ottenuta in Provincia con metodo semiquantitativo. Ad oggi, a parte il settore planiziale, mancano ancora moltissime tavolette nel settore alpino e prealpino.
Le CELLE PRIORITARIE (con etichetta rossa nella carta) nella nostra provincia sono tre, già tutte coperte. Per le SEMI-PRIORITARIE  (con etichetta gialla nella carta) siamo ancora indietro, fatevi avanti!! Mancano le LR62, LR84 e MR04; tutte sono disposte nell'area Nord della nostra provincia. Per il resto il settore planiziale è abbastanza ben coperto mentre, per problemi di accessibilità, è ancora parzialmente inesplorato il comparto alpino. Per informazioni, collaborazioni e disponibilità scrivete a giacomo.assandri[AT]gmail.com Paolo Marotto Giacomo Assandri Coordinatori provincia di Torino Progetto Atlante

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>