Fai una donazione al GPSO

Puoi sostenere le attività del GPSO effettuando una donazione

Categorie

Seguici su Facebook

Due incontri sui rondoni a Palazzo Madama

rondone_logo I rondoni europei, di cui sono conosciute tre specie, sono uccelli migratori che fanno parte del paesaggio estivo delle nostre città, tanto che le loro caratteristiche strida sono una immancabile nota sonora in molte piazze famose, come nelle vie di antichi borghi. Pur essendo sotto i nostri occhi tutti i giorni nella bella stagione, questi uccelli hanno nascosto a lungo i particolari della loro biologia agli ornitologi, che tuttora continuano a scoprire affascinanti aspetti della loro vita. La colonia di rondoni di Palazzo Madama è nota almeno dall’inizio dell’800, ma solo a metà degli anni ’70 si scoprì che era composta prevalentemente da Rondoni pallidi, una specie ritenuta sino a quel momento esclusiva delle falesie mediterranee. Da quel momento, questi uccelli, tra i meno conosciuti fra quelli europei, sono stati oggetto di studi approfonditi da parte di un gruppo di etologi ed ornitologi dell’Università di Torino e del Museo di Storia Naturale di Carmagnola. Palazzo Madama propone domenica 9 giugno e 7 luglio due appuntamenti a cura dell’ornitologo Giovanni Boano per permettere ai visitatori di conoscere meglio questi uccelli, per distinguerli dalle rondini, scoprire i segreti della loro biologia riproduttiva, gli incredibili accoppiamenti in volo e l’interminabile migrazione. Giovanni Boano presenterà una ricca serie di diapositive per poi guidare i partecipanti nell’osservazione diretta di questi uccelli, nel pieno del loro periodo riproduttivo, dal Giardino Medievale di Palazzo Madama. Giovanni Boano, direttore del Museo di Storia Naturale di Carmagnola, vice-presidente del Gruppo Piemontese di Studi Ornitologici “F.A.Bonelli” e docente a contratto di Ornitologia presso l’Università di Torino, studia questi uccelli fin dagli anni Settanta. Sui rondoni ha anche pubblicato un libro divulgativo in collaborazione con il Prof. Giorgio Malacarne, etologo dell’Università del Piemonte Orientale. Ingresso al giardino e incontro: € 5 Prenotazione obbligatoria: tel. 011.4429911 Si consiglia di portare con sé un binocolo

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>